HomeImbavagliati VII edizioneSeconda Giornata: Afghanistan, Nigeria. Presentazione di "Più forte della paura" ed Aperitivo...

Seconda Giornata: Afghanistan, Nigeria. Presentazione di “Più forte della paura” ed Aperitivo Antiracket


Nella mattina del 18, nel primo focus “Afghanistan senza diritti: i talebani, interpreti di un Islam fatto a loro uso e consumo”, il giornalista afghano Najeeb Farzad, direttore della Ong Asia Culture House e attualmente rifugiato in Italia, ha analizzato il contesto sociale afghano e le ragioni che hanno portato nuovamente i talebani al potere. In collegamento video Farhad Bitani, scrittore ed educatore afghano, fondatore del Gaf Global Afghan Forum, ha offerto un quadro dettagliato delle difficoltà che sta attraversando attualmente il popolo afghano e le conseguenze storiche dell’intervento delle potenze occidentali negli ultimi venti anni che hanno preceduto la ripresa del potere da parte dei talebani.
Presente anche l’inviata di guerra e direttrice di “Radio Bullets” Barbara Schiavulli che ha presentato i risultati dei suoi recenti reportage in Afghanistan, terminando con un accorato invito ai numerosi giovani presenti in sala, ad alzare la voce e battersi contro le ingiustizie. Nel racconto della reporter, una fotografia chiara di un Paese attraversato da enormi tensioni, di cui spesso a subire le peggiori conseguenze sono donne e bambini, vittime delle leggi assolutamente anacronistiche dell’attuale governo.
Con “Quel lungo confine tra Iran e Afghanistan, dove l’umanità è assente”, conclude il primo panel della giornata Tiziana Ciavardini. Un contributo, quello della giornalista e antropologa, per illuminare la realtà disumana di quotidianità e sopravvivenza degli immigrati afgani nella Repubblica Islamica dell’Iran.
Nella seconda parte della mattinata, il dibattito “Guerre dimenticate”: la Nigeria del terrorismo. Convegno sul decennale conflitto in Nigeria, dove i cittadini vivono nel terrore e nella violenza per mano delle attività terroristiche di diversi gruppi islamici tra cui il più conosciuto Boko Haram, accuratamente descritti dal giornalista Robinson Ambrose, collaboratore di “Mad – Mirror African Diaspora” e attualmente rifugiato in Germania. L’incontro, moderato dalla giornalista e direttrice di Focus on Africa Antonella Napoli, si è concluso con il contributo di Ami Kidadi di Vision Channel Africa, incentrato sulla questione del “razzismo all’interno del continente africano”, delle guerre etniche e della difficoltà dei paesi africani a uscire dalla morsa dei conflitti interni e della povertà, schiacciati dagli interessi delle potenze occidentali. Nel corso del focus i disegni in diretta del vignettista Stefano Disegni.

A seguire la presentazione del libro di Antonella Napoli “Più forte della paura” dove sono intervenuti l’avv. Angelo Melone (Console Onorario della Repubblica Democratica del Congo a Napoli) e Marco Cesario (scrittore e giornalista).

Momento di convivialità con l’Aperitivo Antiracket promosso dalla Fondazione Polis per le vittime innocenti della criminalità e i beni confiscati. Presenti le vittime dell’usura che hanno prestato la propria coraggiosa testimonianza, Enrico Tedesco (Segretario della Fondazione Polis) e Assessore Regionale alla Sicurezza, Legalità e Immigrazione Prefetto Mario Morcone.


Video Luca Leva

Video Luca Leva
Share This